Ciao Gianni


Ciao Gianni

“Buona sera a tutti, come va?….. Quand’è il prossimo raduno? Perché li voglio fare tutti………”

Anche quella volta, Gianni, con il suo stile un po’ mediterraneo ed un po’ British, è stato insieme a noi e con lui abbiamo passato una piacevole serata in sede, a parlare commentare, ridere e scherzare, come tante altre volte, ignari che potesse essere l’ultima volta. Con serenità parlava anche della Sua salute, sempre con raro equilibrio ed eleganza, ma dimostrando uno stato d’animo ed una forza di volontà decisamente fuori dal comune.Quanti bei momenti passati insieme caro Gianni, si potrebbe scrivere un libro di tutte le tue avventure automobilistiche, anche in ambito agonistico, nella regolarità, in cui con te al volante e tuo fratello Vittorio come navigatore, era difficile starvi davanti. Ora hai imboccato nuove vie e ti potremo seguire solo con il ricordo dei momenti trascorsi insieme, che comunque rimarrà indelebile in tutti noi.

Ciao Gianni, buon viaggio! Ed un affettuoso abbraccio alla tua Famiglia, a Vittorio ed a tutti i tuoi affetti! Gli amici del Classic Club Italia

ALTRI SALUTI

Questa volta purtroppo non sarà più come quando andavi in giro con la tua Augusta, che hai portato per le strade di mezza Europa e quasi tutta l’Italia con piglio sicuro. Ci siamo conosciuti nel 2004 a Ravenna credo che era il primo raduno che partecipavi con la bella Lancia Appia 3°serie. Da allora sei sempre stato presente alle nostre manifestazioni. Da questa sera purtroppo non vedremo più l’Augusta con la bandiera italiana che sporgeva dal finestrino, ci mancheranno le serate a discutere di tutto dagli alieni alle macchine d’epoca, dalla storia al calcio. La tua mancanza lascia un grande vuoto a tutti gli amici.

Ciao Gianni grazie di averti avuto come amico. Domenico


Non volevamo crederci ma ce lo aspettavamo, dopo averlo visto il 25 marzo all’ultimo raduno a cui ha partecipato. Ieri sera la ferale notizia. Ciao Gianni, sei stato amico in varie occasioni, buon viaggio. Chissà se troverai i marziani di cui raccontavi, alla sera, quando non andavi mai a dormire. Il Giampi


Ciao Gianni mi resterà di te un dolcissimo ricordo…che la terra ti sia lieve. Rita


Ciao Gianni, amico di tante escursioni, non mancavi mai.. Ci mancheranno le tue osservazioni, a volte stucchevoli, sugli inglesi, i tuoi interventi, sempre fuori tempo, ma ci piacerà ricordarti, a fine serata che, con una chitarra racimolata qua e là, intonavi “Diana” di Paul Anka.. Unico ed inimitabile, ci mancherai Gianni. Paolo