20 Ottobre – Le Lancia e la scuola di Leonardo


Nonostante le previsioni meteo piuttosto incerte, Giove Pluvio ci ha risparmiati e anche il sole ha voluto salutarci. Bellissime le Lancia storiche (Aurelia B20 coupé, Augusta del 1934, Flaminia coupé Pininfarina, Appia 2° serie, Fulvia Coupé HF, Flavia Coupé, Lancia 2000 coupé, Prisma Integrale, oltre ad alcune Fulvia, Beta Montecarlo, Delta Integrali e non) che si sono ritrovate a Marzano di Merlino al “Bar Adda Lido”, in uno spazio rustico, in mezzo al verde, con una grande terrazza scenografica sulle uniche cascate dell’Adda.
Dopo accrediti e colazione, il bellissimo corteo multicolore è partito alla vola di Melzo e mentre le nostre Lancia venivano ammirate da curiosi ed appassionati nella piazza centrale del paese, il gruppo di partecipanti si è recato alla visita dell’antica Cappella di Sant’Andrea (XIII sec.) dove gli “Amici di Sant’Andrea” ed in particolare il Sig. Adriano, ci hanno guidato sapientemente alla scoperta di affreschi di scuola leonardesca e della probabile “mano” dello stesso Leonardo. E poi ancora ricerche, studi, confronti, il ritrovamento di un teschio durante i lavori di restauro… tanti misteri e segreti legati al Ducato di Milano.
Terminata questa “intrigante” visita il gruppo ha ripreso le proprie storiche per spostarsi all’Agriturismo “Al Cascinello” a Bellinzago Lombardo, dove abbiamo pranzato con ottimi prodotti artigianali di loro produzione. Il filo conduttore del raduno era Leonardo ed infatti dal fiume Adda, luogo di tanti suoi studi ed invenzioni, siamo passati agli affreschi di Melzo ed infine anche la “prova speciale”non poteva non essere a Lui legata.
Così abbiamo chiesto ai partecipanti di disegnare una vettura storica Lancia presente al raduno. Con grande sorpresa e compiacimento di tutti, ne sono usciti dei capolavori!
Bravissimi tutti i partecipanti che sono stati capaci di mettersi in gioco anche con questa nuova esperienza! I lavori sono stati esaminati e valutati dal socio Prof. Antonio Cusmà, docente di discipline pittoriche al Liceo Artistico della Villa Reale Nanni Valentini di Monza, e ne sono uscite queste tre premiazioni: al primo posto Cò Giulio, al secondo posto Simonetta Matteo ed al terzo posto Anzano Nicola.
Le premiazioni sono continuate con una targa ricordo all’Ing. Mazzola Francesco, Direttore dei Lavori e responsabile dei restauri della Cappella di Sant’Andrea. Poi è stata la volta dell’auto giunta da più lontano: l’equipaggio Pasi Alberto da Ravenna, il partecipante con l’auto più anziana: Scotti Andrea con Lancia Augusta del 1934, l’iscritto al Classic Club Italia con la tessera più vecchia: Gatti Piero ed infine ricordando il 40° anniversario della Delta, il partecipante con la Delta più anziana: Bianco Ezio con Lancia Delta GT 1600 del 1983.
Con una bella torta, i saluti ed un arrivederci all’anno prossimo, abbiamo concluso questo interessante Raduno Lancia di autunno dedicato al grande Leonardo da Vinci del quale ricorre quest’anno il ricordo dei suoi 500 anni dalla morte.
Lo Staff LCT